la mappa delle scuole in rete

realizzata con Thinglink

insieme per crescere

Il documento dei dirigenti
realizzato nell'a.s. 2020-2021
Scarica il documento in PDF

I MATERIALI CONDIVISI - ACCESSO RISERVATO

per info scrivere a usp.gr@istruzione.it

IL CALENDARIO DELLE RIUNIONI


anno scolastico 2021 - 2022

GLI INSEGNANTI PRESENTANO I GEMELLAGGI

Alcuni docenti si sono prestati a piccole interviste video-registrate.
Ci spiegano così, cosa e come si fanno i gemellaggio. Laura Bozzi intervista Elisa Lazzerini, Graziano Petreni, Andrea Scuffiotti, Rita Pirozzi e tanti altri insegnanti che ci permetto di capire davvero ciò che accade di diverso nelle piccole scuole in rete, rispetto alla scuola tradizionalmente intesa.

RITA PIROZZI E MARIA CHIARA FURZI ci presentano il lavoro di gemellaggio
In poco meno di un'ora ci hanno raccontato cosa può accadere durante le attività didattiche, se si è nella rete di Piccole Scuole di Grosseto e se si sa cosa sia davvero il cooperative learning.

graziano petreni da manciano

In collegamento con Laura Bozzi ci spiega come fare per creare un gemellaggio divertente, che coinvolga grandi e piccini. Alla fine non si può che restare affascinati e resta la voglia di imitare e perché no? Chiedere di far parte della Rete di Piccole Scuole!

sara magiotti e martina giulietti, inseparabili compagne di avventure

Dal mare alla montagna e coinvolgendo anche Fontelbanda e Grosseto nelle loro fantastiche avventure di service learning per cambiare la scuola con nuove modalità di apprendimento e conoscenza.

andrea scuffiotti e i bambini dei gemellaggi

Le videochiamate e in videoconferenza, il giornalino di classe condiviso, il muro della scuola da recuperare: tante tante idee realizzate e in realizzazione in gemellaggio a 3.

ELISA LAZZERINI RACCONTA TUTTO D'UN FIATO LA SUA PICCOLA SCUOLA

Le parole che spontaneamente le salgono alle labbra non possono che far emergere l'entusiasmo per qualcosa che ha forse cambiato in meglio, il suo modo di operare, aprendo la sua piccola classe ad un ambiente di apprendimento condiviso ed on line, dove i saperi si apprendono insieme e le conoscenze non sono astratte teorie complesse e distanti.

Riunione di coordinamento, cosa intendiamo

Questa riunione si è tenuta all'inizio di giugno 2021. Seguendo le chiacchiere e lo scambio delle informazioni è possibile capire molto di ciò che sta succedendo nelle classi impigliate nella Rete delle Piccole Scuole di Grosseto.

Il murales di Castell'Azzara

Si è tenuto in data 26 novembre 2022 a Castell'Azzara uno speciale evento, qui preannunciato: l'inaugurazione di un murales eccezionale, realizzato dagli alunni della Piccola Scuola di Grosseto, delle Scuole Superiori di I° grado in collaborazione con le Belle Arti di Firenze. 

WhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 1jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 2jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 3jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 4jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 5jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 6jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 7jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 8jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 9jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 10jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 11jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 12jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816 13jpegWhatsApp Image 2022-11-26 at 133816jpegps1PNGps2PNGps3PNG
INAUGURAZIONE DEL MURALES DI CASTELL'AZZARA

Domani 26 novembre alle ore 12:00 verrà inaugurato in via San Martino il murales della scuola secondaria di primo grado di Castell'azzara dell'Istituto Comprensivo "Umberto I" di Pitigliano. Vi aspettiamo numerosi!

Sfoglio il libro “Piccole Scuole di Grosseto raccontano” ( scaricabile al link https://tinyurl.com/ykakpz9u ) e mi metto a leggere incuriosita da tutte quelle belle immagini le esperienze delle Maestre. Tra i racconti, quello della Maestra Rita Pirozzi spiega bene il significato del gemellaggio ed è testimonianza di come la scuola agisca verso la comprensione della persona quale sistema integrato di potenzialità in termini di risorse e di come le relazioni interpersonali siano il vettore per realizzare e incrementare tali risorse. Quindi la dimensione emotiva, affettiva e comportamentale, che si innesca attraverso i gemellaggi, si definisce come ponte necessario al collegamento tra le conoscenze e stimolo della dimensione partecipativa ed emancipativa delle competenze di cittadinanza e solidarietà.

Riporto le parole della Maestra Rita Pirozzi della Scuola dell’Infanzia “Salvo D’Acquisto”:

“(…) Abbiamo così deciso di collegarsi online ognuno dalle proprie sezioni. La Scuola dell’Infanzia Salvo D’Acquisto si era così organizzata: la sezione C aveva preparato la canzone dell’albero “Un albero è un amico” e aveva lanciato un primo indizio cioè l’albero ed il bosco; la sezione A aveva preparato un bel canto sull’albero in inglese; la sezione B un balletto natalizio per augurare ai nuovi amici buon Natale, visto che l’incontro online si sarebbe realizzato prima di Natale. I bambini della Scuola di Marina di Grosseto, dal canto loro, avevano preparato canti e un indizio: l’albero Marino il Pino. Al di là delle competenze linguistiche acquisite mi piace sottolineare come i progetti e i contenuti siano un mezzo per sviluppare nei bambini quell’intelligenza emotiva che passa attraverso le buone relazioni, il rispetto, la collaborazione, la condivisione, il desiderio di conoscere nuove cose e nuove persone. Credo che sia fondamentale nell’età dei bambini della scuola dell’infanzia coltivare la gioia di esserci, di partecipare, di meravigliarsi, di avvicinarsi all’altro perché ami come in questo momento le relazioni umane hanno assunto un ruolo fondamentale. Nel nostro percorso non abbiamo tralasciato l’amicizia che abbiamo cantato e sperimentato anche se virtualmente. Alla fine del nostro progetto abbiamo decorato farfalle e chiesto ai bambini cosa volessero raccontare o dire ai nuovi amici. Alcune frasi che ricordo: “Voglio giocare con te”, “non ti conosco ma ti voglio bene”, “ti voglio fare un regalo”, “viene a vedere la mia scuola”, “ti voglio mandare un cuore”, “sono già amico tuo”, “ti mando un grosso bacio”, “quando è finito il coronavirus tutti noi bambini veniamo da te”, “vorrei conoscerti”, “vi vorrei vedere non dal computer”. I bambini hanno comunque capito che anche se non ci potevamo incontrare avevamo un mezzo per vederci, avevano capito il significato dell’incontro, dello scambio e quando parlavamo del progetto, si ricordavano subito dei nuovi amici di Marina di Grosseto. Ricordo il rammarico di Nadia (5 anni) quando capì che a causa del Covid non saremo potuti andare a Marina: “Maestra, ma se tu vai il prossimo anno io non ci sarò…vado alla scuola elementare!!”

GROSSETO – GIGLIO: UN GEMELLAGGIO BEN RIUSCITO

La scuola secondaria di primo grado “Madonna delle Grazie” all’Isola del Giglio per incontrare i loro ‘colleghi’ isolani.

 

Il 7 ottobre 2022 è una data che i ragazzi della scuola secondaria di primo grado “Madonna delle Grazie” difficilmente dimenticheranno, ma che ricorderanno a lungo come si ricordano quei viaggi che hanno avuto un impatto fondamentale sulla propria vita.

L’appuntamento la mattina era molto presto (5.50) ma l’entusiasmo prevaleva sul fastidio dell’alzataccia e sulla consapevolezza di dover rinunciare, secondo le regole del viaggio, ai propri cari smartphone. Dopo poco meno di un’ora di pullman, le tre classi partecipanti sono arrivate a Porto Santo Stefano, dove si sono imbarcate alla volta dell’isola del Giglio. Conclusasi la traversata, i ragazzi e i docenti sono stati accolti al porto dal sindaco Sergio Ortelli, che ha ricevuto in dono un dipinto ritraente la Torre del Saraceno realizzato dagli alunni di terza.

Dopodiché il gruppo si è recato presso la scuola secondaria di primo grado “R. Maltini” per conoscere i ragazzi gigliesi che frequentano le medie sull’isola i quali, dopo una calorosa accoglienza, hanno presentato ai colleghi grossetani un lavoro sulla storia naturale del proprio territorio, terminando il loro racconto attraverso le testimonianze degli isolani in merito al naufragio della Costa Concordia e all’impatto che tale evento ha avuto sulle loro vite e sull’ambiente marino del Giglio. Al termine della presentazione, i Gigliesi hanno offerto ai nostri una merenda, in un clima di condivisione, gioia e scompiglio dovuto all’arrivo dei 60 vivaci compagni del ‘continente’ i quali, senza i propri cellulari da cui paiono inseparabili, hanno approfittato della ricreazione nel cortile della scuola per fare amicizia con i pari ‘alla vecchia maniera’.

Tale momento di socializzazione, vissuto senza connessione internet ma tramite veri rapporti umani, è stato così proficuo che i ragazzi del Giglio insieme ai loro docenti hanno deciso di accompagnare i nuovi amici a visitare la Torre del Saraceno, e sono rimasti con loro fino all’ora di pranzo, quando il gruppo grossetano ha sostato nella splendida spiaggia delle Cannelle.

Tornati nel pomeriggio a Giglio Porto, i ragazzi della “Madonna delle Grazie” hanno trovato una piacevole sorpresa: ad attenderli c’erano alcuni degli studenti gigliesi venuti appositamente per salutarli e concludere con loro questa giornata di scoperta e gemellaggio, e si sono addirittura spinti fino al faro per augurare loro buon rientro mentre il traghetto salpava.

Ad attendere i ragazzi a Grosseto c’erano le famiglie, che sono state travolte dall’entusiasmo per l’emozionante giornata trascorsa e la voglia di rivedere i nuovi amici, magari la prossima volta alla “Madonna delle Grazie”.

Prof.ssa Arianna Galli

BjpgCpngDpngEpngFpngHapngIjpg

È uscito l’ebook (scaricabile gratuitamente dal link https://tinyurl.com/ykakpz9u ) che racconta le esperienze in rete delle Piccole scuole di Grosseto, lavoro diretto e coordinato da Laura Bozzi e Nicoletta Farmeschi. Qui vengono raccolti i diari degli insegnanti, nei quali si racconta l’esperienza dei gemellaggi svolti nell’anno scolastico 2021/2022, che vanno dall’Infanzia alla Secondaria di Primo Grado. I racconti mostrano la capacità di questi piccoli plessi “di far crescere le comunità educanti, (…) offrendosi al tempo stesso come proposte di buone pratiche replicabili in altre realtà interessate a conoscerle, attuarle e successivamente a divulgarle” (Angelo Salvatore Costarella); narrazioni che mostrano da vicino il lavoro degli insegnanti impegnati a co-progettare insieme agli alunni percorsi volti allo sviluppo di un’educazione integrale della persona, dove ogni alunno ha modo di vivere in un ambiente a sua dimensione.

Inaugurato a Fonteblanda il murales frutto dell'esperienza di Service Learning con la Rete

Il 18 ottobre 2022 è stato inaugurato il murales dalla classe terza media di Fonteblanda, seguito e coordinato dalla Prof.ssa Claudia Vinciguerra e dalla Prof.ssa Maria Elena Pavone. E' stata una grande festa per tutta la piccola comunità alla quale hanno partecipato anche la Dirigente di ambito Dott.ssa Renata Mentasti, l'Assessore Chiara Piccini, la Dirigente dell'IC Guelfo Civinini di Albinia Dott.ssa Roberta Capitini, la Dirigente dell'IC Monte Argentario-Giglio Dott.ssa Rosa Tantulli, la Coordinatrice a livello provinciale della Rete Piccole Scuole di Grosseto Prof.ssa Laura Bozzi e l'USP con Nicoletta Farmeschi. 
Mi piace qui riprendere le parole della Prof.ssa Vinciguerra per descrivere la nostra esperienza, tratte dalla pubblicazione "Piccole scuole di Grosseto si raccontano" (https://tinyurl.com/ykakpz9u) perchè mi sembra indice di quanto sia importante ai fini di una formazione professionale e personale l'esperienza dei gemellaggi con altre realtà scolastiche e del Service Learning. 
Non sempre all'interno di progetti ampi ed aperti su più aree di coordinamento tutto scorre in modo fluido, e spesso quello che noi cerchiamo di insegnare ai ragazzi come problem solving, lo dobbiamo sperimentare su noi stessi per dare l'esempio. Questo è successo a tutti noi insegnanti a fronte di un'esperienza intensa. Credo che il bilancio finale sia sempre positivo e le parole della Professoressa raccontano bene l'evento. 
"Lo stare insieme, il progettare, l’elaborare, il fare, il creare, il risolvere, ci ha reso uniti, e l’unione si sa, fa la forza. Penso sia stata questa forza che abbia reso l’impossibile, possibile.

Ho iniziato il mio racconto focalizzandomi sulla tematica del territorio, andando inevitabilmente, come spesso succede quando si scrive di getto, fuori tema. In realtà, quella da me narrata, è anche una storia di condivisione. Potrei riscriverla da capo con un’ottica diversa. Anziché parlare di piani prospettici e volumi, descriverne il bello dello stare assieme e raccontare i nostri piccoli attimi quotidiani, come quando, pitturando, cantavamo tutti insieme l’ultima hit del momento…già quella dello stonatissimo Jovanotti e noi in coro, più stonati di lui. Oppure quando, a tu per tu, tra un papavero ed un girasole, arrivavano inaspettate le prime confidenze, le prime insicurezze, legate all’età. Quante risate poi, non mi ricordo neppure per cosa…sciocchezze, forse. Non sono mai state distrazioni perché la realtà era che ognuno era concentrato sul proprio compito, molto ben a fuoco su quello che era l’obiettivo finale.

“Volere è potere” è stato il nostro motto.

Ed è così che grintosi ed uniti, abbiamo raggirato le difficoltà e saltato gli ostacoli, con qualche caduta forse ma arrivando, come veri maratoneti, alla fine della corsa in perfetto tempismo, ed in splendida forma, tutti (o quasi).

Ormai sono passati 10 giorni e la fatica e il sacrificio, ce li siamo già dimenticati. È rimasto tutto il resto, e non sto parlando del murales. Come tutte le esperienze che facciamo nella vita, negative o positive che siano, lasciano un’impronta, utile sempre, nel nostro cammino. E presto anche loro, saranno giovani uomini e giovani donne che, in un modo o nell’altro, chi prima o chi dopo, faranno tesoro di questa esperienza. La trasformeranno in utile insegnamento che incolpevolmente condizionerà la loro logica di pensiero e il loro modo agire.”

Sabato 18 giugno inaugurato il murales sulla facciata della scuola secondaria di
primo grado “R. Maltini” all’Isola del Giglio.

C’è la riproduzione geografica dell’Isola del Giglio, circondata dal mare blu, ci sono le imbarcazioni, le torri e… un pizzico di fantasia, quella dei ragazzi della scuola media “R. Maltini”
che hanno realizzato i bozzetti. Si è colorata così la facciata della scuola di Giglio Porto, con
un bellissimo murales inaugurato sabato 18 giugno alle ore 12 alla presenza degli studenti,
della Dirigente scolastica dell’IC Monte Argentario Giglio, Dott.ssa Rosa Tantulli, delle
famiglie, dei docenti dell’istituto e delle autorità cittadine.
La realizzazione è il risultato del lavoro legato al Piano Triennale delle Arti promosso dalla Rete
Piccole Scuole di Grosseto (https://www.piccolescuolegrosseto.it/ ), da USP-Grosseto con la sua Dirigente R. Mentasti e coordinata dal Dirigente di Castiglione della Pescaia A.S. Costarella dove, i Comprensivi di Monte Argentario Giglio con la Scuola Media di Giglio Porto, Pitigliano con la sede di Castell’azzara, IC 3 "Ungaretti" di Grosseto con la sede di Scansano, hanno partecipato attivando una Convenzione con l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Il bando ha avuto esito positivo finanziando i progetti. L'iniziativa ha previsto la riqualificazione, di alcuni spazi delle scuole secondo il presupposto pedagogico del Service Learning, mediante interventi pittorici
a conferire una personalità unica attraverso il lavoro progettuale e di ricerca dei bambini con
gli studenti dell'Accademia di Belle Arti, volti al recupero dell'identità, delle essenze del
territorio e del senso di appartenenza alla Comunità.
La scelta da parte dei Referenti delle tre scuole di attivare il progetto in chiave intergenerazionale (alunni delle scuole medie e studenti della Scuola di Pittura di Calogero Saverio Vinciguerra) è dettata dalla volontà di consolidare la competenza "Imparare a vivere insieme  e creare una continuità educativa e formativa tra generazioni differenti. Gli incontri on line tra studenti e tutor avvenuti per la parte progettuale e di ricerca hanno avuto valenze importanti sulla ricaduta didattica. Nella parte della realizzazione gli studenti dell’Accademia (Shanna Lu, Carlo Alberto Lucioni, Giusi Delle Noci e Giovanni Amato) nella loro pratica professionale e supporto scientifico/artistico, hanno tenuto conto delle condizioni murarie preesistenti, mettendo a punto la tecnica più adeguata al fine di garantire durevolezza al dipinto murale senza la quale ci saremmo trovati all'esecuzione di un’opera realizzata in forma casuale.
La Scuola Media “R.Maltini” dell’Isola del Giglio con l’inaugurazione di sabato 18 giugno
2022, ha festeggiato il grande lavoro svolto in quest’anno scolastico dagli alunni della
Piccola scuola. Una scuola che adesso è più bella e colorata pronta ad accogliere ogni anno
i ragazzi dell’isola.
Docente Sara Magiotti, dell’ IC Monte Argentario Giglio

mPNG

Stanno selezionando, dai diari di bordo personale e da quelli delle singole classe le parti migliori per raccontare questa magica esperienza che si sta avverando fra virus, tecnologie sempre più aperte ed emozioni che conducono la scuola ad essere maestra di vita.

Scrivono in un documento condiviso le loro esperienze: raccontano con il cuore e con l'amore che ogni docente dedica alle "cose" di scuola. 
pioJPG
L'immagine rappresenta il documento condiviso nella quale stiamo scrivendo a più mani.

14 maggio 2022 - Una gita insieme alla scoperta del territorio che vicino a Buriano è tutta una scoperta storica: dai reperti etruschi ed etrusco - romani fino all'oliveto di Valeria per riposare insieme! 

WhatsApp Image 2022-05-14 at 113744jpegWhatsApp Image 2022-05-14 at 114745jpegWhatsApp Image 2022-05-14 at 125032jpeg
(Dal Whatsapp di Piccole Scuole di Grosseto)

Finalmente insieme!!! Maestre e bambini della Scuola dell'infanzia di Marina di Grosseto accolte con tanto affetto dai bambini e dalle colleghe del plesso di Piazzale Salvo D'Acquisto-Grosseto. Un momento veramente speciale❤️. Grazie alle colleghe, ai bambini e a chi ha reso possibile questa collaborazione.

fujpg
(Dal gruppo Whatsapp di Piccole Scuole di Grosseto, scrive Maria Chiara Furzi)

Il comprensivo di Albinia con i suoi docenti e la dirigente, la dott.ssa Roberta Capitini festeggeranno, in data 1° luglio 2022 la fine di un lavoro che ha richiesto impegno, collaborazione e tanto tanto entusiasmo: il murale di cui attendiamo le foto. In anteprima abbiamo una sola immagine: 

fJPG
Complimenti a tutti gli alunni della scuola Secondaria di I° di Fonteblanda per il lavoro svolto a tempi di record!

Grande entusiasmo oggi, 18 giugno 2022,  alla scuola del Giglio: Sara Magiotti, con la sua dirigente Rosa Tantulli e il sindaco dell'isola festeggiano il completamento di un lavoro condotto in parallelo ma soprattutto in collaborazione con le scuole secondarie di primo grado della rete di Piccole Scuole di Grosseto  e le Belle Arti di Firenze.
A breve, le foto dell'evento, per ora guardate una sola foto "rubata" da una insegnante del nostro gruppo.


gi 2jpg

inajpg

Grazie ad un accordo di rete fra 10 Istituti Comprensivi di Grosseto, nasce una collaborazione fra dirigenti e docenti che lavorano nelle circa 44 pluriclassi della nostra provincia. La voglia di "crescere insieme" spinge a progettare, modificare curriculi, inventare progettazioni reali e ispirate sia alle competenze di tipo sociale, sia all'insegnamento del tipo service-learning, dove nulla è lasciato al caso e tutto è creato con un forte legame con la gente che i luoghi li vivono e li abitano e che sostengono la scuola come centro di cultura inalienabile.

Fin dalla prima idea della costruzione di questa rete, il dott. Angelo Salvatore Costarella, Dirigente Scolastico dell'Istituto Comprensivo di Castiglione della Pescaia ha preso le redini in mano, svolgendo il suo lavoro di indirizzo pedagogico e metodologico per tutti i docenti.
Insieme agli Dirigenti della rete ha programmato per il primo anno di lavoro una serie incontri on line di formazione, legati al curricolo d'istituto, al service learning  e sulle modalità che le piccole scuole di Avanguardie Educative portano avanti per migliorare la collaborazione fra docenti e alunni ed imparare un nuovo modo di lavorare, dove le tecnologie diventano finestre sul mondo, per imparare ed apprendere.

NOI A DIDAMATICA 


IN PROGRAMMA LA NOSTRA PRESENTAZIONE IL GIORNO 8 OTTOBRE 2021 DOPO LE ORE 16

Vedi il programma

DIDAMATICA 2021

Vai alla pagina dell'evento

Il nostro contributo

La presentazione realizzata a 4 mani

Il video del contributo

Su YouTube a partire dal 30,18 minuto.